•  
  •  

8 Pompieri e Ambulanza

SCHEDA 8: POMPIERI

8.1 Istoriato
Dal 1939 (72 anni), il Comune di Carona dispone di un proprio Corpo pompieri urbano della categoria C che tecnicamente e tatticamente è subordinato al Centro di Soccorso dei Pompieri di Lugano.
Conformemente alla legge cantonale sulla lotta contro gli incendi e al relativo regolamento (LLI e RLLI), il Corpo pompieri Carona opera con competenze e mezzi limitati per la protezione delle persone, degli animali, dei beni pubblici e privati, per incendi di boschi e di pascoli e per tutti i casi d’incendio, sinistri, inondazione e catastrofi che si possono verificare nel proprio comprensorio. Secondo la LLI, i Corpi pompieri della categoria C devono garantire il primo intervento a livello locale (Comune di Carona), e dispongono di un equipaggiamento limitato che permette loro di effettuare solo piccoli interventi e/o attuare misure d’urgenza fino all’arrivo del Centro di soccorso cantonale competente (CP Lugano).
Fino al 2010 il CP Carona non disponeva di mezzi di trasporto o d’intervento finanziati dal Fondo Incendi. Dal 2010, sulla base dei contenuti del progetto di riorganizzazione dei Corpi pompieri, il CP Carona è stato dotato di un veicolo leggero polivalente, trasporto uomini / spegnimento piccoli focolai d’incendio, finanziato dal DFE / ufficio incendi.

8.2 Riorganizzazione pompieri Ticinesi del 2003
Nell’anno 2003 ha avuto luogo una importante riorganizzazione dei pompieri ticinesi proposta dalla Federazione Cantonale Ticinese dei Corpi Pompieri e approvata dal Consiglio di Stato. La riorganizzazione ha toccato anche il territorio giurisdizionale del Comune di Carona, con lo scioglimento del Corpo pompieri di Montagna del San Salvatore e la sua integrazione del Corpo pompieri urbano di categoria C di Carona. Compito del CP montagna del San Salvatore era unicamente quello di spegnere incendi boschivi. Per convenzione facevano capo al CP San Salvatore i Comuni di Carona, Grancia, Paradiso, Carabbia e Pazzallo. Da una lettura dei consuntivi 2010 del CP Carona, constatiamo che malgrado lo scioglimento della convenzione menzionata, i comuni di Paradiso e Grancia continuano a contribuire alle spese di gestione corrente del CP Carona (CP San Salvatore), per gli incendi di bosco con una somma annua di 2000 fr. per Comune.

8.3 Organizzazione del Corpo Pompieri Carona
Il Corpo Pompieri Carona ha un effettivo di 30 milliti (una sezione), ed è comandato dall’aiutante Ivan Scheidegger. Il comandante Scheidegger è anche rappresentante dei Corpi pompieri della categoria C in seno al Consiglio Direttivo della Federazione Cantonale Ticinese dei Corpi Pompieri.

8.4 Logistica / infrastrutture
Dall’anno 2008 il Corpo pompieri Carona dispone di un nuovo deposito. Gli spazi, che sono in buono stato, sono stati ricavati nella stazione di arrivo dell’ex funivia Melide – Carona.
All’interno trovano spazio un deposito per veicoli, rimorchi, spogliatoi e attrezzi pompieri. Ai piani superiori trovano spazio il locale di comando e ampi spazi comuni (WC, docce, locale cucina e tempo libero con ampia terrazza).

8.5 Minaccia
L’analisi della minaccia esistente nel comprensorio giurisdizionale del Comune di Carona ci permette di capire che la zona non presenta particolari problematiche o difficoltà. L’assenza di industrie a rischio e le poche attività professionali svolte in luogo, dimostrano che la minaccia principale è legata alle residenze primarie, a quelle secondarie, ai beni culturali presenti, alla piscina comunale con i pericoli standard che questi tipi di infrastrutture presentano.
La valutazione cambia leggermente se guardiamo agli incendi boschivi. La zona dispone di un’ampia superficie boschiva in parte difficilmente raggiungibile via terra.

8.6 Casistica / statistiche d’intervento
Dalle statistiche degli ultimi 5 anni si evince che mediamente il Corpo pompieri Carona è chiamato ad intervenire per compiti di legge dalle 5 alle 10 volte l’anno. Di questi, mediamente nel 25 % dei casi, il CP Carona richiede l’appoggio e il supporto del CP Lugano.

8.7 Prontezza di intervento
Con l’attuale organizzazione il Corpo pompieri Carona riesce a garantire una opportuna prontezza d’intervento fuori dai normali orari di lavoro e durante i giorni festivi. Durante i giorni feriali, nei normali orari di lavoro, constatiamo con maggiore frequenza delle difficoltà d’intervento legate alla reperibilità di militi disponibili in luogo per garantire il picchetto ed effettuare gli interventi. Nel 2010, in tre casi, il Corpo pompieri Lugano ha dovuto intervenire autonomamente a Carona al posto del locale Corpo pompieri.

8.8 Distanze / tempi di percorrenza Lugano – Carona
La distanza tra la caserma di via Trevano 127 e il centro del Paese di Carona (Piazza del Municipio), è di 9,9 km. I tempi di percorrenza del tragitto, a seconda del tipo di veicolo ed in condizioni di traffico normali, variano tra i 15 minuti di un veicolo leggero e i 18 minuti di un veicolo pesante.
I tempi di percorrenza indicati rispettano i principi contenuti nel Concetto Pompieri Svizzeri 2015.
A titolo informativo e di paragone ricordiamo che già ora, con condizioni di traffico normali, per raggiungere alcuni Comuni convenzionati con il nostro CP impieghiamo dai 16 ai 22 minuti . (Arosio, Cademario, Bré, Caprino, Cavallino).

8.9 Legislazione
Il Corpo pompieri Carona è membro attivo della Federazione Cantonale Ticinese dei Corpi Pompieri ed è riconosciuto come CP della categoria C dalla legislazione cantonale. Il Corpo dispone di un proprio regolamento interno approvato dal Consiglio Comunale di Carona in data 11 luglio 2011. Il medesimo non è ancora stato ratificato dal Consiglio di Stato del Cantone Ticino. I contenuti del regolamento rispettano il quadro legislativo cantonale in materia pompieri.
In data 17.09.2006 Il comando pompieri ha creato l’Associazione pompieri Carona che dispone di un proprio statuto e di un proprio patrimonio. I contenuti dello statuto andranno approfonditi a dipendenza degli effetti dell’aggregazione (vedi proposta di costituzione di una sezione distaccata del Corpo di Lugano).

8.10 Finanze, gestione corrente e investimenti
Dalle informazioni e dalla documentazione ricevuta dalle autorità comunali di Carona e dal Comando pompieri Carona, si evince che per le spese di gestione corrente il Comune di Carona versa al proprio Corpo Pompieri un importo forfetario fr. 15’000.- all’anno. Alla somma citata va aggiunta la quota parte dei Comuni di Grancia e Paradiso, per un totale globale annuo di fr 19'000.- .Il Corpo pompieri gestisce autonomamente la propria contabilità
Il Corpo pompieri non ha fatto investimenti e non ne sono pianificati a breve, medio lungo termine.
Il costo pro-capite annuale per abitante inerente alla spesa pompieri ammonta a fr. 18,95.
Per quanto attiene all’Associazione Pompieri Carona, non ci è dato di sapere l’ammontare del patrimonio.

8.11 Considerazioni conclusive a riguardo dei Pompieri
Sulla scorta della presente analisi e tenuto conto del risultato di un’attenta valutazione della situazione, il Comando del Corpo civici pompieri della Città di Lugano propone - con l’aggregazione - il mantenimento dell’organizzazione dei pompieri di Carona quale Sezione distaccata (cat. C) del Corpo di Lugano, con sede e competenze di intervento nel Quartiere di Carona. Ci si riserva, in caso di comprovata necessità, un coinvolgimento di supporto al Corpo di Lugano per interventi di rilievo (e viceversa come previsto dall’attuale legislazione).
Verrà offerta la possibilità agli attuali militi di Carona che ne faranno richiesta di assolvere la scuola comunale e cantonale per la formazione di base per pompieri della categoria A (pompieri urbani).
Per il CP Lugano:
  • pur senza particolari conseguenze di ordine finanziario, l’aggregazione con Carona imporrà un leggero adattamento dell’attuale stato di prontezza del CP Lugano (tecnica e tattica d’intervento), e l’adozione di piccole misure organizzative interne per garantire l’attuazione del nuovo compito;
  • l’aggregazione non comporterebbe il potenziamento dell’organico professionista del CP Lugano;
  • l’aggregazione non comporterà un aumento delle spese di gestione corrente del CP Lugano, se non un eventuale lieve aumento dei costi per le indennità ai militi pompieri (gratifiche annuali), per la nuova sezione distaccata di Carona. In ogni caso la spesa non dovrebbe superare i costi annuali attualmente sostenuti al Comune di Carona per il mantenimento del proprio Corpo pompieri.
  • veicolo, materiale, equipaggiamento ed integrazione nel CP Lugano quale sezione distaccata secondo indicazioni del fondo incendi;
  • mantenimento della sede / deposito dei pompieri di Carona.


2013 Aggregazione con Lugano

Dopo l'aggregazione ho insetito una cartella "Ambulanza", in quanto i pompieri prima e poi con l'aiuto dell Associazione cuore San Salvatore si cerca di mantenere un gruppo di soccorritori in caso di arresto cardiaco, e se necessario per altre situazioni.

Nuove sottocartelle: