•  
  •  

3a Amm. generale

3a.2 Controllo abitanti

3a.2.1 Popolazione
Popolazione totale             820
Attinenti                               69
Ticinesi                              332
Confederati                       245
Stranieri                            174
Arrivi annuali                       52
Partenze annuali                36
Nascite                               10
Decessi                                6
Iscritti in catalogo             543
Iscritti in catalogo esteri       0  

3a.2.2 Sistemi informatici
Per la gestione del controllo abitanti viene usato un programma uguale a quello che veniva utilizzato a Barbengo e Carabbia, gestito dalla AD Informatica Sagl, di Aleardo Dotti, Dalpe.
Come per i Comuni sopraccitati il trapasso dei dati è stato possibile tramite Movpop.

3a.2.3 Gestione archivi cartacei del controllo abitanti
L’archivio dei documenti riguardanti il controllo abitanti è di ca. 100 scatole di archivio.
Non sono più reperibili le schede cartacee utilizzate prima dell’introduzione del sistema informatico (fine anni ‘80).

3a.2.4 Gestione stabili
Non esiste una gestione stabili collegata direttamente al sistema informatico Ufficio controllo abitanti.
La gestione degli stabili avviene tramite il REA (Registro federale degli edifici e delle abitazioni).
Gli stabili esistenti sono 432, di cui 183 residenze secondarie.

3a.2.5 Attività economiche
Non esiste una gestione separata delle attività economiche.
Le Ditte o Società con sede a Carona sono ca. 20 che dovranno essere riprese a fini gestionali.

3a.2.6 Personale addetto
Il controllo abitanti viene gestito in prevalenza dall’impiegata, Signora Silvana Curti, occupata a metà tempo.

Considerazioni conclusive a riguardo del Controllo abitanti
Il movimento della popolazione e gli eventi di stato civile, non rappresentano un aggravio importante di lavoro per il Back Office della Città.
D’altro canto la gestione degli stabili può rappresentare un impegno da pianificare, in quanto si dovrà provvedere alla registrazione di tutti gli stabili nel sistema Gecoti. Ciò richiederà una verifica sul posto da parte degli agenti del servizio esterno.
Anche in previsione delle altre aggregazioni in atto, potrebbe rendersi necessario un potenziamento temporaneo e straordinario degli effettivi del servizio esterno.

3a.3 Archivio amministrativo

L’archivio comunale è situato presso la Casa Comunale di Carona.
L’archivio consta attualmente di ca. 309 metri lineari di documentazione, suddivisa in diversi locali:
  • 1 locale per archivio amministrativo  120 metri lineari
  • 1 locale per archivio intermedio  55 metri lineari
  • locale cancelleria  90 metri lineari
  • ufficio segretario comunale e sindaco  30 metri lineari
  • sala municipio  11 metri lineari
  • corridoio  4 metri lineari
Non è stato effettuato nessuno scarto fino ad oggi: una volta selezionata la documentazione eliminabile (fatture, notifiche di tassazione, ecc) il quantitativo calerà certamente. Al momento lo spazio disponibile per l’archivio è tutto occupato.

La parte storica della documentazione è stata studiata negli anni Sessanta da Anna Cotti, autrice di una pubblicazione intitolata “Archivio Storico del Comune di Carona: inventario e regesti” (in Bollettino Storico della Svizzera Italiana, vol. 79 (1967), fascicolo 2).
Il Segretario comunale sostiene che questa parte di documentazione è stata consegnata a suo tempo all’Archivio di Stato: purtroppo l’Archivio di Stato non ha notizia di questa cessione e la documentazione è quindi al momento da considerare irreperibile. Se il progetto aggregativo andrà in porto, bisognerà dedicare un certo tempo alla ricerca di questi documenti, citati nella pubblicazione della signora Cotti.
La documentazione conservata a Carona risale quindi al solo Novecento.

L’archivio attualmente ha un ordine soltanto parziale e non esiste un inventario o una catalogazione della documentazione che ne faciliti la consultazione.

Considerazioni conclusive a riguardo dell’Archivio amministrativo
L’archivio amministrativo, dopo l’eventuale aggregazione, sarà congelato e fungerà da memoria storica. In seguito la nuova documentazione verrà inserita nel nostro archivio (informatico) con evidenti vantaggi per la ricerca dei dati.
La situazione dell’Archivio di Carona non è molto diversa da quella rinvenuta negli altri Comuni aggregati. Il Segretario comunale, che conosce la situazione, sarebbe la persona più indicata per prendersi cura della documentazione e riordinarla al meglio, in accordo con il personale dell’archivio amministrativo.

3a.4 Stato Civile

Il Comune di Carona fa capo all’Ufficio Circondariale del Distretto di Lugano, con sede a Breganzona; di conseguenza per questa funzione non viene più effettuata nessuna prestazione se non per i matrimoni che sono celebrati presse la Casa Comunale dall’On. Sindaco. I riti civili vengono celebrati dal lunedì al venerdì, inoltre per i residenti e su loro richiesta vengono celebrati anche al sabato o la domenica. Le richieste provenienti da cittadini di altri Comuni vengono valutate singolarmente. Vengono celebrati in media 2 – 3 matrimoni all’anno.

Considerazioni conclusive a riguardo dello Stato Civile
L’istruzione delle pratiche sarà da effettuare sempre presso il citato Ufficio circondariale di Breganzona. La celebrazione dei matrimoni al sabato non sarà però più proponibile poiché gli ufficiali dello Stato Civile cantonale non lo prevedono e non è possibile che il Sindaco o il Vicesindaco possano soddisfare questo servizio per tutti i quartieri di Lugano.

3a.5 Servizio naturalizzazioni

Il settore naturalizzazioni, allo stato attuale, viene curato dal Segretario comunale il quale si occupa dei colloqui con i singoli candidati.
Egli si fa carico della preparazione dei diversi formulari e della verifica della domanda (condizioni di residenza, validità dei certificati, verifica pagamento imposte, problemi di polizia, ecc.).
Il Municipio di Carona, allo stato attuale, dispone di una persona esterna che svolge gli esami orali ai diversi candidati che non hanno frequentato un ciclo di scuole completo in Ticino. All’esaminatore non viene corrisposto un gettone di presenza.

Le procedure che vengono presentate nel corso dell’anno sono molto esigue 2/3 (attualmente ci viene comunicato che vi sono due pratiche in allestimento da parte del Municipio).

Per quanto riguarda la tassa amministrativa il Comune di Carona non ha una sua ordinanza ed utilizza la tabella Cantonale.

Il Municipio, di regola evade le diverse richieste entro i termini di legge (6 mesi dalla presentazione).

Considerazioni conclusive a riguardo del Servizio naturalizzazioni
Visto l’esiguo numero di pratiche trattate reputiamo di poter assorbire facilmente questa attività in caso di aggregazione con Carona senza dover far capo ad ulteriore personale.
Come avviene negli altri Quartieri della Città gli interessati si dovranno rivolgere direttamente all'Ufficio Puntocittà ubicato in via della Posta 8 a Lugano per dare avvio alla procedura.

3a.6 . Votazioni

Le votazioni e le elezioni vengono gestite dal Segretario Comunale e dall’impiegata della Cancelleria Comunale; in sostanza al Segretario Comunale compete l’organizzazione per le elezioni, mentre per le normali votazioni (ove non sono presenti i partiti politici) viene gestita dalla segretaria presente in loco.
Attualmente Carona conta 543 iscritti in catalogo. Non vi sono cittadini residenti all’estero con diritto di voto iscritti a Carona.
Sia per le elezioni che per le votazioni viene allestito un unico seggio.
I locali di voto sono ubicati presso la sala comunale della Casa comunale al pianterreno.
L’ufficio elettorale è aperto al venerdì (17.00/19.00) ed alla domenica (09.00/12.00).
Al seggio utilizzano un sistema informatico dedicato. Attualmente la rete è locale e quindi bisognerà provvedere un collegamento in rete per il seggio. Si dovrà pure trasferire tutti i dati dal loro sistema al nostro programma di Gecoti come già era stato il caso di Carabbia e Barbengo.
Gli iscritti in catalogo totali sono 543, ma nell’ultima votazione cantonale del 5 giugno 2011 la partecipazione è stata la seguente:
  • iscritti in catalogo: 536
  • votanti: 134 (di cui 89 per corrispondenza pari al 66.42% dei votanti).
Le principali spese, cagionate dal servizio votazioni, sono legate all’invio postale del materiale elettorale e dalla stampa delle buste.
Attualmente al seggio sono presenti 3 persone (1 Municipale più due persone esterne ed un impiegato della Cancelleria (Segretario Comunale o segretaria di Cancelleria).
Le ore prestate vengono onorate tramite un rimborso di fr. 25.00 all’ora.
Il materiale viene imbustato manualmente.
Per quanto riguarda la situazione parcheggio segnaliamo che in zona vi sono alcuni parcheggi che potranno essere utilizzati, come d’altronde avviene oggi, dai votanti.
Alla domenica il materiale potrebbe essere ritirato dalla staffetta di Polizia che già oggi si occupa del ritiro delle schede votate e dei verbali del quartiere di Carabbia.
Il seggio viene allestito dall’addetta che si occupa delle pulizie della Casa comunale ogni qualvolta si presentano le diverse votazioni.
Le spese di gestione del personale al seggio sono di circa fr. 600.00 per ogni votazione (6 ore a fr. 25.00 x 4 persone presenti).
Inoltre si devono calcolare le spese postali, per ogni consultazione, per l’invio ai cittadini iscritti a catalogo elettorale una spesa di fr. 550.00 (circa) e ciò a dipendenza ovviamente del servizio postale scelto (A, B, B2)

Considerazioni conclusive a riguardo delle Votazioni
Reputiamo che un assorbimento di questo servizio non crea nessun tipo di problema; si tratterà di mettere in rete la sede elettorale e di aggiungere un seggio agli esistenti. Il montaggio e lo smontaggio delle cabine elettorali potrà ancora essere effettuato dall’addetta che si occupa delle pulizie presente o, in caso di impossibilità, da un operaio comunale.

3a.7 . Commissione tutoria regionale

Il Comune di Carona fa parte del comprensorio Commissione Tutoria Regionale 4, con sede
a Paradiso.
Secondo le informazioni forniteci dalla Segretaria della CTR, i casi aperti che riguardano
persone domiciliate nel Comune di Carona sono nove.
Si tratta prevalentemente di curatele amministrative, due tutele ed un ripristino dell’autorità
parentale.

Considerazioni conclusive a riguardo della Commissione tutoria regionale
Osserviamo che in caso di aggregazione non necessariamente il Comune di Carona verrebbe attribuito al comprensorio della CTR con sede a Lugano. Il fatto che resterebbe comunque entità territoriale geograficamente separata dal resto del Comune potrebbe indurre il Consiglio di Stato, che ha istituito dei comprensori omogenei, a non modificare quello attuale della CTR 4. In tal caso il Comune di Lugano dovrebbe designare un delegato che farebbe parte di tale CTR, con competenza per le persone domiciliate o dimorante nel territorio dell’ex Comune.
È ora prematuro prevedere quale sarà la decisione del Consiglio di Stato. Il settore della tutoria è difatti in fase di riorganizzazione, che dovrebbe essere implementata a far tempo dal 1. gennaio 2013, data dell'entrata in vigore del nuovo diritto di protezione degli adulti e dei minori.
Al momento, sono ancora aperte due ipotesi: l'attribuzione al settore giudiziario oppure l'accorpamento e conseguente riduzione delle commissioni tutorie regionali da 18 a 5.
In ogni caso, visto il numero limitato di casi, qualora il Consiglio di Stato decidesse di attribuirli alla CTR 3, non ci sarebbero particolari problemi. La CTR 3 assorbirebbe un aggravio nella misura del 5%, fermo restando che è sostanzialmente difficile formulare delle prognosi certe senza conoscere approfonditamente i vari dossier.

3a.8 . Cimitero

Il Comune di Carona dispone di un cimitero, ubicato fra il Grotto Pan Perdü e la Piscina comunale (mappale n° 438 RFD).
Attualmente il cimitero è disciplinato da un apposito regolamento approvato nel 2006 dal Consiglio di Stato.
Gli operai comunali si occupano dei lavori di manutenzione del cimitero (pulizia, vuotatura cestini, taglio erba, piccole manutenzioni, ecc.). Durante le inumazioni non è presente un operaio che sorveglia l’area cimiteriale.
Per la creazione delle fosse attualmente vi è un contratto con la ditta Galimberti SA di Paradiso. Le stesse sono a carico del Comune e non dei parenti dei defunti.
Il servizio tecnico comunale dispone già dei mezzi per poter effettuare tutti gli interventi quotidiani di manutenzione.
Si prende atto che Carona non dispone di una camera mortuaria.
A breve termine non sono previsti lavori di manutenzione straordinaria o di spurgo.
Il grado di occupazione del Campo Santo non desta particolari preoccupazioni in quanto sono appena stati fatti degli spurghi. Inoltre sono stati creati 64 nuovi loculi cinerari ancora da occupare ed è stato spurgato anche il campo comune dove per ora è stato effettuato un solo interramento. Secondo una stima del Segretario comunale di Carona, attualmente si prospetta che ci sia spazio per i prossimi 50 anni. Da notare però che ci sono dei colombari con sarcofago Per motivi igienici i colombari non vengono più concessi e nel Regolamento hanno previsto di non più riassegnarli.
E’ presente in loco l’ossario comune nella relativa cappella di proprietà del Municipio. Le diverse cappelle presenti sono di proprietà dei privati. Segnaliamo che non sono presenti monumenti protetti (anche se alcune statue sono molto interessanti) e che il Cimitero è considerato “bene culturale di interesse locale".
Si segnala che è pure presente una cappella che attualmente è senza proprietario, riservata ad un privato che ne curerà il restauro a proprie spese.

All’interno del cimitero sono possibili alcuni piccoli interventi di miglioria, ma comunque nulla di particolarmente oneroso.
In considerazione della vicinanza della chiesa non vi sono prestazioni particolari da parte dei dipendenti del Comune in occasione dei diversi funerali.
In caso di aggregazione occorrerà valutare se appaltare la pulizia del cimitero, come avviene ora per i cimiteri di Breganzona, Davesco Soragno, Pazzalino, Gandria e Brè oppure fare capo, come oggi, all’operaio comunale. Si propende per quest’ultima soluzione analogamente alle ultime aggregazioni.
Il cimitero rimane aperto sia di giorno, sia di notte; non si segnalano danni o atti di vandalismo.
Nel 2010 il Comune di Carona ha registrato spese per fr. 3'300.-- dovute al rifacimento di una parte di selciato che stava cadendo e allo scavo di una fossa.
Come spesa si calcola che le prestazioni dell’operaio Comunale si aggirano circa sui fr. 3'500.-- annui.

Considerazioni conclusive a riguardo del Cimitero
Sarà comunque importante definire i compiti relativi all’andamento del cimitero ed in particolare per quanto riguarda la manutenzione e lo scavo delle fosse.
In considerazione delle prestazioni che vengono operate dall’attuale operaio comunale si potrà valutare che lo stesso rimanga attivo presso il citato Campo Santo. Da parte nostra garantiremo con la Squadra del Cimitero di Lugano degli interventi mirati e di supporto. Si dovrà valutare se continuare a lasciare il cimitero aperto 24 su 24.

3a.9 . Parrocchia

La Chiesa Parrocchiale del Comune di Carona è dedicata a San Giorgio e a Sant’Andrea ed è situata all’entrata nord del Comune. Inoltre sul territorio di Carona sono presenti pure le seguenti Chiese:
  • Santa Maria di Torello;
  • Madonna d’Ongero;
  • Chiesa di Santa Marta;
  • Chiesa di Santa Maria delle Grazie;
  • Cappella del San Salvatore;
  • Cappella del San Grato.
Il Comune nel 2010 ha versato un contributo alla Parrocchia di fr. 28'000.-- (ora aumentato a fr. 32'000.-- già compreso l’aggiornamento automatico del carovita nel 2011). Viene inoltre versato un contributo di fr. 1'000.-- alla Chiesa evangelica riformata.

Non vengono versati ulteriori contributi, né al parroco (è il medesimo del quartiere di Carabbia), né ad altre Chiese.

Attualmente non c’è nessuno che svolge la funzione di sagrestano.
Il delegato comunale nel Consiglio Parrocchiale è il Signor Armando Canonica, municipale del Comune di Carona.

Considerazioni conclusive a riguardo della Parrocchia
Come per le precedenti aggregazioni e come assicurato alla Curia, i contributi esistenti nella misura attuale (2011) verranno mantenuti anche dopo l’eventuale aggregazione.

3a.10 . Pulizia uffici e scuole

I servizi di pulizia degli uffici amministrativi ubicati nella Casa comunale e dei WC pubblici sono svolti da un’addetta pulizie tramite la ditta Tutto a posto Sagl. Quest’ultima viene impiegata ad ore ed è retribuita contro fattura da parte della ditta (importo annuo per pulizia ca. fr. 9'000.--).

Per quanto concerne invece la scuola dell’infanzia, i servizi di pulizia sono svolti da due addette pulizie.

Considerazioni conclusive a riguardo della Pulizia uffici e scuole In caso di aggregazione potrà essere mantenuto il servizio di pulizie in atto, con monte ore commisurato alle effettive necessità.

3a.11 . Ufficio conciliazione in materia di locazione

Il Comune di Carona rientra nella giurisdizione dell’ufficio di conciliazione di Agno.

Considerazioni conclusive a riguardo dell’Ufficio conciliazione
Riteniamo che, in caso di aggregazione, possa essere richiesto lo scorporo di Carona dal citato Ufficio per un suo inserimento nell’Ufficio no. 3 di Lugano-ovest, con sede a Lugano-Castagnola.

3a.12 . Servizio Organizzazione e Informatica

Attualmente l’infrastruttura informatica si compone di:
  • 4 PC HP dc7700 ad uso dell’amministrazione
  • stampante multifunzionale nuova, una stampante a colori nuova
  • 1 Server HP DL380 con UPS
  • Una rete locale presso la casa comunale
  • Un collegamento ad Internet (Swisscom) per la rete amministrativa
  • 1 Pc per la gestione dei magazzini
  • 1 Apple Mac ad uso delle scuole
  • Un collegamento ad Internet (Swisscom) presso la piscina comunale per l’apparecchio di carta di credito e collegamento wireless per gli ospiti
  • Casella postale elettronica

Gli applicativi in uso sono:
Settore banca dati
Controllo abitanti
Gestione stabili
Attività economiche
Contabilità
Fatturazione






Corrispondenza
Imposte comunali
AVS

Sommarione
Fornitore
AD Informatica
Nessuna soluzione
Nessuna soluzione
AD Informatica
AD Informatica






Microsoft
CSI Cantone
Nessuna soluzione

Ing. Gisi
Osservazioni
800 abitanti
Prevedere una ripresa manuale


• Contributi costruzione canalizzazioni
(emissione 1998)
• Tasse canalizzazioni, acqua potabile: per
quanto riguarda queste tasse si segnala la
necessità di procedere ad una ricostruzione
dei dati contabili in quanto al momento non
sono riconciliabili.
Corrispondenza Microsoft MSWord
Imposte comunali CSI Cantone Soluzione Rico
AVS Nessuna soluzione Gestione manuale, nessun collegamento con il Cantone
Sommarione Ing. Gisi Fogli forniti dal geometra


I contratti esistenti sono i seguenti (scadenza annuale):
Contratto
Sviluppo programmi
Manutenzione programmi
Manutenzione infrastruttura
Dominio Internet
Hosting sito web
Antivirus McAfee
Manutenzione firewall
Partner
AD Informatica
AD Informatica
MTF
Switch
Scibile Network
MTF
MTF
Importo annuo Fr.
7'747.20
3'600.00
10'975.20
17.00
387.35
430.40
775.60

In linea di massima i contratti potranno essere disdetti al termine dell’anno di aggregazione.

3a.12.1 . Progetti previsti

In caso di mancata aggregazione, sostituzione della soluzione AD Informatica con AJLogos o Gecoti.

Considerazioni conclusive a riguardo del Servizio organizzazione e informatica

3a.12.2 . Integrazione nelle nostre piattaforme informatiche

image-9540602-3a12_tbella_1.png

3a.12.3 . Costi

image-9540605-3a12_tbella_2.png
  • (1) Il seggio di voto è previsto nello stesso edificio del Front Office.
  • (2) La stima dei costi andrà fatta valutando il tempo necessario a ricostruire una situazione contabile corretta.
  • (3) Sono previsti i lavori di rinnovamento della rete poligonometrica e il rilievo degli indirizzi nella misurazione ufficiale. Questi lavori sono stati preannunciati al Municipio di Carona con lettera del 19.04.2011 (e sollecito di inizio settembre) da parte dell'Ufficio della misurazione ufficiale. Presumibilmente, Municipio di Carona permettendo, l'avvio dei lavori dovrebbe avvenire prima della fine del 2011 e concludersi entro il 2013 (i costi con tutta probabilità graveranno su Lugano). Il costo complessivo è di Fr. 32'000, la quota a parte del Comune è pari a Fr. 14'000 .

3a.13 Attività Culturali - Opere d’arte a Carona

Il Comune di Carona è proprietario di 3 opere d’arte degne di rilievo: un dipinto di Giuseppe
Antonio Petrini e due sculture rispettivamente di Emilio Stanzani e di autore ignoto.
Giuseppe Antonio Petrini, San Paolo, 1750 circa, olio su tela 109,5 x 92,5 cm

L’opera di grande valore, situata nella Chiesa parrocchiale di S. Giorgio e S. Andrea di Carona, è stata acquistata dal Comune nel 1986 per CHF 50’000.- ed è stata esposta in occasione della mostra dedicata a Petrini alla Villa Malpensata di Lugano nel 1991 (cat. 68). Nella scheda di Laura Damiani pubblicata in catalogo si può leggere: “Benchè il San Paolo di Carona, per formato e per caratteri, possa agevolmente essere inserito all’interno di un genere figurativo che Petrini ha praticato con particolare predilezione durante tutta la sua lunga carriera, ne costituisce allo stesso tempo una significativa variante. Il campo visivo viene qui infatti di moto dilatato rispetto alla canonica impaginazione entro la quale venivano costrette le numerose figure uscite dalla sua bottega, ciò che permette l’immissione all’interno del quadro visivo anche della parte inferiore del corpo del santo, ricoperta da un drappo color rosso acceso, a cui fa eco il gesto perentorio del braccio destro disteso in modo parallelo alla superficie dipinta”.
Giuseppe Antonio Petrini, originario di Carone dove nasce nel 1677 e muore tra il 1755 e il 1759, è da annoverare tra i seguaci dei caravaggeschi quali Giovanni Serodine. La sua pittura si contraddistingue per i netti contrasti cromatici, una luce radente che irrigidisce il drappeggio delle stoffe e da una grande sensibilità nel disegno dei volti delle figure.

Emilio Stanzani, Ritratto di Lisa Wenger, [1940 circa], bronzo, circa 40 x 30 x 30 cm

L’opera ubicata al primo piano del Palazzo Comunale di Carona, come ricorda la targa sul piedestallo, è stata donata al Comune dalla Famiglia Stanzani-Fontana e rappresenta la scrittrice Lisa Wenger, cittadina d’onore di Carona nata a Berna nel 1858 e morta a Carona nel 1941. Formatasi come pittrice a Parigi, Firenze e Düsseldorf, Lisa Wenger apre inizialmente una scuola di pittura su porcellana a Basilea. Dopo il matrimonio inizia a scrivere e diventa rapidamente una delle scrittrice elvetiche più lette. Sua figlia Ruth è stata per breve tempo sposata con Hermann Hesse, mentre sua nipote Meret Oppenheim è stata tra gli artisti surrealisti più riconosciuti al mondo.
Emilio Stanzani, nato a Zurigo nel 1906 e morto nel 1977 è stato uno scultore in vita noto ben oltre i confini nazionali, ma presto dimenticato. Il Museo d’Arte di Mendrisio gli dedicò una retrospettiva nel 19 90. Ebbe un atelier a Carona da dove era originaria sua moglie Emma Fontana, e dove soggiornò regolarmente in estate a partire soprattutto dagli anni quaranta.

Anonimo, Ritratto di Giorgio Casella, [1929 circa], marmo, circa diametro 30 cm

La scultura è collocata nella parete a destra al piano terra della loggia situata a fianco della chiesa.

Non è firmata.

Giorgio Casella (1847-1929) è stato Consigliere di Stato per quattro legislature dal 1893 al 1909.


Meret Oppenheim, Hermesbrunnen, scultura in bronzo (modello in gesso 1966, altezza 180 cm, diametro 180 cm)

Il risanamento della piazza centrale del paese ad opera dell’architetto Ivano Gianola prevede anche il collocamento nello spazio pubblico di una scultura-fontana di Meret Oppenheim (1913-1985). L’opera resterà di proprietà della famiglia Wenger, mentre l’onere per la manutenzione dei meccanismi della fontana e la conservazione del bronzo saranno a carico del Comune qualora venisse messa in funzione.



Il Comune di Carona ha ritirato da Pro Helvetia la Casa Pantrovà in cui hanno abitato Lisa Tetzner (1894-1963) e Kurt Held (= Kurt Kläber 1897-1959), autori di numerosi libri di successo per bambini e ragazzi. Con l’edificio il Comune ha acquisito anche una ricca biblioteca composta da oltre 4000 volumi di cui esiste un inventario, carte autografe, oggetti vari e un pianoforte.

L’edificio è gestito dall’Associazione Casa Pantrovà diretta da Carlo Piccardi. La casa è destinata ad ospitare artisti, musicisti, ecc. Tra questi figura Martha Argerich che vi soggiorna durante il periodo di permanenza a Lugano in occasione del Progetto Martha
Argerich (si veda www.pantrova.ch).


Inoltre è di proprietà del Comune di Carona anche l’Osservatorio Calina dotato di due telescopi grandi e uno più piccolo per l’osservazione delle stelle. È in progetto il suo ampliamento e l’installazione degli strumenti adatti per l’osservazione diurna del sole. Presso l’Osservatorio, gestito dall’associazione Le Pleiadi (www.lepleiadi.ch) che gestisce anche l’Osservatorio del Monte Lema, si tengono i Corsi per Adulti dedicati all’astronomia.

Aggregazione con Lugano - Aprile 2013