•  
  •  

2b.6 Acque di scarico

Da schede aggregazione 2011

L'evacuazione delle acque residuali Il Comune di Carona dispone di un PGS approvato, allestito dallo studio Bernardoni SA. Il regolamento delle canalizzazioni è stato approvato nel 2006. Dalle informazioni raccolte, in generale la rete delle canalizzazioni risulta al momento discretamente funzionale. Tra gli interventi previsti nell'immediato futuro citiamo la riqualifica del nucleo, che prevede l'adeguamento della rete di canalizzazioni con la separazione delle acque chiare. A medio-lungo termine, s'ipotizzano inoltre lavori importanti su buona parte delle canalizzazioni esistenti, che andranno però ulteriormente approfonditi (v. cap. “Genio civile”). Per quanto attiene alla pulizia ordinaria delle condotte esistenti, al momento non viene eseguita in alcun modo. Una volta all'anno si procede all'epurazione delle caditoie stradali sulle strade principali, mediante incarichi specifici a terzi (ISS Bernasconi). Per tutte le altre caditoie - quelle dove il camion apposito non riesce ad accedere (nuclei, piazzali, ecc.) - o in caso di necessità particolare interviene manualmente la squadra comunale. Nell'ambito della rete comunale esistente si evidenzia la presenza di due stazioni di pompaggio. La prima, di recente costruzione, è ubicata in fondo alla Via dei Ronchetti, mentre la seconda in vicinanza del nucleo di Ciona. Ambedue le stazioni non dispongono per ora di sistemi di trasmissione d'allarme. Al momento la stazione di Via dei Ronchetti dà sporadici segnali di malfunzionamento, che andranno sistemati. Al momento attuale la spesa per la gestione ordinaria delle canalizzazioni è di Fr. 9'500.-. La rete fognaria attuale risulta allacciata per gravità al Consorzio Melide - Vico Morcote - Carona e in seguito, per pompaggio, al Consorzio Depurazione Acque del Pian Scairolo. Il contributo preventivato a carico di Carona è di Fr. 221'000.-.

In caso di aggregazione la Sezione Strade riprenderà la gestione generale (pulizia e manutenzione) delle condotte comunali e, come per gli altri quartieri della Città, provvederà all'epurazione regolare annuale (2 volte) delle caditoie stradali. Si valuterà inoltre la necessità di dotare le stazioni di pompaggio di sistemi d'allarme più efficienti. Gli importi necessari alla relativa manutenzione ordinaria delle canalizzazioni sono già integrati e compresi nella tabella al capitolo "manutenzione strade", esclusa la partecipazione a consorzi.